09/03/2017   Sangue infetto: la Corte europea chiede un aggiornamento sullo stato dei pagamenti in materia di rivalutazione.

Chiudi



Sangue infetto: la Corte europea chiede un aggiornamento sullo stato dei pagamenti in materia di rivalutazione.
Su richiesta della Corte europea dei diritti dell’uomo, relativamente al ricorso G.M. ed altri 172 c. Italia, da noi presentato nel marzo 2011, il 28 febbraio 2017 il nostro Studio ha presentato un aggiornamento circa lo stato dei pagamenti degli arretrati dovuti a titolo di rivalutazione dell’indennità integrativa speciale dell’indennizzo di cui alla legge n. 210/1992.
In virtù della sentenza pilota M.C. ed altri c. Italia del 3 settembre 2013, lo Stato italiano avrebbe già dovuto provvedere alla corresponsione dei predetti importi in favore dei beneficiari dell’indennizzo. Invero, il Governo italiano ha rappresentato alla Corte che sono in corso le necessarie procedure di pagamento, affidate nella quasi totalità dei casi alle Amministrazioni regionali.
Tuttavia, anche alla luce di quanto riferitoci dai ricorrenti nostri assistiti, tali procedure di pagamento risultano ben lungi dall’essere definite, atteso che la maggior parte dei ricorrenti non ha ancora ricevuto gli importi dovuti.
Per l’aggiornamento in oggetto, lo Studio ha provveduto a contattare tutti i ricorrenti propri assistiti al fine di ottenere puntuali informazioni al riguardo. Per coloro che non hanno ancora riferito sullo stato dei pagamenti degli arretrati a titolo di rivalutazione dell’indennità integrativa speciale, è stata richiesta una proroga alla Corte, così da poter consentire di reperire le informazioni necessarie. Preghiamo cortesemente chi – tra i nostri clienti – non abbia ancora provveduto in tal senso, di mettersi repentinamente in contatto con il nostro studio.

Avvocato Mauro Trevisson & Avvocato Dario Cutaia

+39 011 4407789

 
«
API